Dal folklore – I pupi siciliani

Astolfo sulla LunaIniziamo una nuova rubrica dedicata ai miti, alle leggende e ai personaggi del folklore siciliano che ho utilizzato o che utilizzerò come antagonisti (ma non solo!) della storia. Quelli di voi che non sono siciliani sicuramente a vedersi davanti certe creature di cui ho parlato avranno fatto un bel sorriso dicendosi “Ma che si inventa questo pazzo?”. Bè, dovete sapere che la maggior parte dei personaggi di cui avete letto, non è inventata o almeno non del tutto e sicuramente non da me. In alcuni casi ho rivisitato le leggende siciliane oppure ho utilizzato esattamente quei personaggi che, più da adolescente che da bambino, mi hanno affascinato. Tra tutti, i primi sono stati sicuramente i Pupi Siciliani. Nel primo romanzo, anche se dotati di una certa indipendenza, li utilizzo praticamente come se fossero i Putties dei Power Rangers, cioè come avversari minori con cui distrarre i protagonisti prima dello scontro vero e proprio contro il cattivo di turno. Ma verso il finale della storia, i Pupi ottengono un ruolo maggiore e a loro si deve anche lo scatto della molla che porta al finale: senza le loro (contortissime!) spiegazioni, probabilmente i Guardiani avrebbero ancora dovuto penare prima dello scontro finale.

I famosi putties dei Power rangers. Ve li ricordate?
I famosi putties dei Power rangers. Ve li ricordate?

Ma da dove arrivano questi Pupi? Credo che siano la massima espressione della sicilianità: L’Opera dei Pupi, sostanzialmente il Teatro dei burattini, è una delle più antiche tradizioni della mia isola e prende ispirazione dal famoso Ciclo Carolingio, che narra le gesta di Carlo Magno e dei suoi paladini. Infatti, i personaggi e le imprese narrate derivano tutte da poemi epici quali appunto “La chansonne de Roland”, “L’Orlando Furioso” dell’Ariosto e dal ciclo Bretone (Re Artù, in pratica). I personaggi sono molteplici e le storie intricatissime, tanto che queste rappresentazioni sono dei veri e propri “serial” che potevano andare avanti per mesi prima di giungere alla conclusione.

A Palermo ci sono tre famiglie di Pupari ancora attive Argento, Cuticchio e Mancuso. Ho visto vari spettacoli di tutte e tre le famiglie e mi sono piaciuti sempre tantissimo. Se passate da Palermo, o se ci abitate, ogni tanto andate a vedere uno spettacolo dei Pupi, vi divertirete un casino. Per dovere di “cronaca” vi segnalo che un capitolo del primo romanzo è ambientato dentro il Teatro dei Pupi della famiglia Cuticchio in via Bara all’Olivella a Palermo, di fronte al teatro Massimo. Inizialmente, non volevo svelare quale dei teatri dei Pupi fosse quello dove è ambientata la storia, ma in via Bara all’Olivella ho tanti ricordi e tanto amore per non esplicitarlo.

Di tutte le intricatissime storie,  la più famosa è “La follia di Orlando” dove Orlando per amore di Angelica, impazzisce e arriva quasi a morire d’amore.

I miei personaggi preferiti sono quelli che si avvicinano di più al concetto moderno di super-eroe e, tra tutti, Astolfo, dotato di un corno magico, un libro che lo aiuta a scoprire i misteri che si trova davanti e che è in grado di galoppare l’Ippogrifo. Credo che Astolfo sia il mio personaggio preferito: esce sì di senno ma lo recupera da solo e lo fa anche recuperare a Orlando, perso per la bella Angelica. Inoltre, sconfigge le Arpie (che pure compaiono nel primo romanzo dei Guardiani). Insomma, lui mi piace un sacco, ma proprio un sacco.

Astolfo sull'Ippogrifo. Questa immagine viene da: http://www.figlidartecuticchio.com/
Astolfo sull’Ippogrifo. Questa immagine viene da: http://www.figlidartecuticchio.com/

Inoltre, amo molto Gano di Magonza (o Maganza), che è il cattivo delle storie. Malvagio, spietato ma a cui tutto si ritorce sempre contro. Insomma, non proprio un esempio di virtù o intelligenza.

Sto pensando di riprendere in mano questi personaggi perché mi piacciono molto, ma non ho ancora ben chiaro come integrarli nella storia. Sicuramente, dopo il secondo romanzo, accadrà qualcosa… Ma questa è un’altra storia.

Una curiosità: il nostro Giopota ha illustrato una versione de “L’Orlando furioso” per la casa editrice La Spiga.

L'Orlando Furioso di Giopota!
L’Orlando Furioso di Giopota!
IMG_0103
Pupi della famiglia Mancuso
Pupi della famiglia Argento.
Pupi della famiglia Argento.
Pupi visti da Silvia Rocchi (tratto da "Il segreto di Majorana")
Pupi visti da Silvia Rocchi (tratto da “Il segreto di Majorana”)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...