L’idea dei Guardiani – 5

Vari 6Bentornati! Anche oggi vi racconto della nascita dei Guardiani, di come sono arrivato a pubblicarlo sotto forma di romanzo. Al momento, però, i Guardiani avevano perso il loro nome ed erano diventati gli NRG Keepers e in più non erano più un romanzo ma un cartone animato!
Dunque, il setting c’era, i personaggi c’erano (con vari design, come vedrete nelle immagini), la storia anche… Non mancava niente per realizzare una prima stagione da 26 episodi. E quindi, ora vi beccherete la sinossi dei 26 episodi per come li avevo concepiti. Qui e là troverete qualche immagine e schizzo di come dovevano essere gli NRG Keepers (ci sono 2 versioni del tratto. Questo perché ci lavorammo in 2 tempi diversi. Le immagini sono un po’ mischiate, ma quello stilizzato è quello più recente) e anche qualche nota mia del momento in corsivo.

Avvertenza: vi consiglio di NON leggere le sinossi se non volete spoilerarvi alcune parti del primo romanzo (se non tutto… eheh!) e buona parte delle idee del secondo. Detto questo… Proseguite a vostro rischio e pericolo! 😉

Continua a leggere L’idea dei Guardiani – 5

Spegnersi a 18 anni

13130894_10153728870733002_1702736476281494198_oStamattina mi sono svegliato di buonumore e grazie ad una foto sul mio ipad ho scritto “All’alba è nato un Guardiano” ma non avevo ancora sfogliato i siti online, nè Facebook e non potevo sapere che nel frattempo era successa una tragedia a Bari che, come ogni volta che succedono cose di questo genere, mi ha lasciato svuotato: un ragazzino di 18 anni si è suicidato.

Le cause del suicidio non sono chiarissime, si parla di bullismo omofobico, ma anche di mancata accettazione da parte dei genitori. Io non lo so, i giornali spesso raccontano cose distorte e può essere successo di tutto. Ma quello che mi lascia a bocca aperta e senza parole, sempre, è il come sia possibile, nell’era in cui viviamo, suicidarsi a causa della propria omosessualità. Non siamo più negli anni ’90, nei quali un partner o anche solo degli amici gay, te li dovevi andare a cercare nei locali o tramite annunci. Con internet l’informazione dovrebbe arrivare a tutti, da nord a sud. Con internet dovremmo poter trovare aiuto. Non dovremmo essere soli.
Non è così. Ed è triste constatare quanto lavoro c’è ancora da fare.

No, non basta che nasca un Guardiano all’alba per far sì che i ragazzi LGBT non abbiano più paura, non bastano i Pride, non basta dire che non siete sbagliati e che siete unici. Non basta.
Ma un giorno, di sicuro, alzeremo la testa e non ci sentiremo più sbagliati a causa del nostro amore. E ricordatevi sempre che non siete soli: venite fuori, non abbiate paura, il mondo è un posto terribile e stupendo allo stesso tempo, ma voi potete farlo vostro.

Vi lascio con una nota positiva, un video (nel quale compaio anche io) in cui i modelli sono tutti positivi. E se avete paura, ricordatevi che siete unici al mondo.

Cosa bolle in pentola?

Ciao a tutti! Come state?
Ultimamente non ho scritto nulla sul blog, ma ci tenevo ad aggiornarvi e a dirvi che sto lavorando alacremente al secondo volume dei Guardiani! E non solo!
Tra qualche giorno pubblicherò una storia breve che avrei dovuto pubblicare a San Valentino ma che non sono riuscito a concludere in tempo (e te pareva!) e che avrà come protagonista Gabriele.

Inoltre, sto lavorando a uno spin-off tutto al femminile (ve ne avevo già parlato!) di cui ho finalmente finito di delineare il cast principale. Preparatevi perché questo spin-off vi farà ricredere su tutto quello che sapete dei Guardiani.

Inoltre, ma questo sarà un progetto ancora più a lungo termine, fate caso a dove si trova Gabriele nell’illustrazione sotto… Riconoscete il posto? Se siete palermitani probabilmente sì.  Ma non posso dirvi di più…

Ci risentiamo nei prossimi giorni!

guida-guard

Grattula Beddattula – atto 4: Real girl (finale)

Con un po’ di ritardo, dovuto ai miei impegni per Lucca comics, ce l’abbiamo fatta! 🙂 Ecco il gran finale di “Grattula Beddattula”.  Se ritroveremo Rita nelle prossime avventure dei Guardiani non lo so, ma mai dire mai! Grazie per aver seguito questa storia del Guardianverse e sappiate che ci sono molte altre storie che mi piacerebbe raccontarvi, due in particolare sono in via di realizzazione… Vi dico solo che una sarà totalmente “on the road” e l’altra  sarà tutta al femminile… Ma ci sarà tempo per svelare le carte. Intanto, buona lettura!

grattula-beddattula 4

Continua a leggere Grattula Beddattula – atto 4: Real girl (finale)

Grattula Beddattula – atto 3: Baby, you’re a trip

E bentornati al terzo appuntamento con il primo spin off dei Guardiani della Luce! 🙂 Torna Rita, con il ramo di datteri, sempre alla ricerca del ditale. E forse ha anche trovato aiuto per la sua non tanto facile ricerca… Se avete perso i primi due episodi li trovate qui e qui.
Ci rivediamo dopo il salto con l’episodio 3 e vi aspetto per l’epilogo della storia giovedì prossimo! 🙂

grattula-beddattula 3

Continua a leggere Grattula Beddattula – atto 3: Baby, you’re a trip

Grattula Beddattula – atto 2: I’m every woman

Bentornati! Eccoci al secondo episodio del primo (di molti) spin-off dei Guardiani della Luce. 🙂 Se non avete letto il primo episodio, niente paura! Lo trovate qui!
Ma adesso è il momento di tornare in via Pietro Scaglione e scoprire cosa farà Rita con il suo ramo di datteri. 🙂 Ci ritroviamo giovedì prossimo!

grattula-beddattula 2

Continua a leggere Grattula Beddattula – atto 2: I’m every woman

Pergamena Extra – Astaroth

Guardiani.indbE a sorpresa, questa settimana vi regalo una Pergamena extra.
Perché? Perché sono sotto stress e allora ho riesumato una storia che avevo nel cassetto. Una storiellina, eh? Niente di che. Semplicemente, durante la stesura del primo volume dei Guardiani, le Pergamene erano ben 20 ma per snellire un po’ la narrazione io e Francesca abbiamo deciso di eliminarne un paio, accorpando le scene utili alla narrazione nelle Pergamene restanti e così due storyline che non portavano “più o meno” da nessuna parte sono state eliminate: una la leggerete nel secondo volume, e sono riuscito anche a trovargli non solo uno sbocco futuro ma anche una “conseguenza”… Cosa voglio dire? Aspettate di avere il volume tra le mani e capirete.
L’altra riguardava Bruno e si svolgeva nel mezzo della storia di Palermo addormentata, ma quello che raccontavo si esauriva in quel capitolo non avendo nessuna utilità nella storia principale. E, sinceramente, non so se ne avrà in futuro, ma mi interessava intanto parlare un po’ di Astaroth e poi era l’occasione buona per far interagire Carlo e Bruno che nella storia principale non hanno avuto modo di combattere insieme da soli. Mi muovo un po’ sulla falsariga di quello che ho fatto nella Pergamena extra con Marco e Bruno, ma questa volta la storia è ambientata a luglio, tra il primo e il secondo volume, e prima della Pergamena con protagonista Manlio.
Siete pronti? Cominciamo!

Continua a leggere Pergamena Extra – Astaroth