Pergamena Extra – Love Buzz

Ogni promessa è debito e finalmente ho avuto modo di pubblicare la storia breve ambientata a San Valentino. Questa Pergamena cita un po’ il “Mago di Oz” e come dicevo prende spunto da una leggenda palermitana dell’800 del secolo scorso.
Il titolo, come tutti i titoli delle Pergamene dei miei Guardiani, è quello di una canzone. In questo caso del 1969 del gruppo Shocking Blue e l’ho scoperta grazie a Puty Ferio Dj. Ne esiste anche una cover dei Nirvana, che poi sarebbe il singolo d’esordio del gruppo nel 1988.
Questa storia è ambientata durante il primo volume, in un punto indefinito tra la Pergamena 8 e la 9.

Pergamena extra
Love Buzz

gabriele

Era una mattina assolata e Gabriele se ne stava seduto in via Pietro Scaglione, nel residence di fronte al suo, aspettando che Marco e Carlo tornassero dalla partita di calcio che stavano giocando.
Non aveva fretta, voleva soltanto leggere tranquillamente i suoi fumetti, quando i suoi due amici arrivarono seguiti da un ragazzo che non aveva mai visto. Il volto nuovo aveva gli occhi azzurri e i capelli biondi leggermente ribelli, le guance più rosse rispetto al resto del viso, le orecchie a sventola, il fisico tarchiato e le braccia muscolose. Indossava un completo da calcio che gli lasciava le gambe, anch’esse muscolose, completamente scoperte e beveva un succo di frutta all’a.c.e. fissando a turno Marco e Carlo e ridendo alle loro battute. Anche Marco lo guardava e sorrideva con una confidenza che Gabriele non gli aveva mai visto con nessun altro. Nel momento in cui fissò gli occhi del ragazzo, che per un istante brevissimo incrociarono i suoi, il cuore prese a battergli fortissimo, tanto che affondò la testa nel fumetto che stava leggendo tentando di non farsi vedere.

Continua a leggere Pergamena Extra – Love Buzz

Ritorno a casa

Sono rientrato da Lucca e molte cose sono state poco piacevoli, ma ve le racconto sul sito Renbooks. 😉 Invece, vi racconto la bellezza che mi avete portato: in 4 giorni avete tutti, e sottolineo tutti, chiesto dei Guardiani. E non so come ringraziarvi. Non vedo l’ora che possiate avere in mano il secondo volume. I miei Guardiani sono in attesa di tornare da voi e io sono veramente felice.

11393281_10153020102938002_3724733138673252343_o

Studi dei personaggi del secondo volume

Per tenere fede alla promessa fatta, oggi vi svelo altri particolari della seconda avventura dei Guardiani.
Questa nuova stagione si intitolerà “I Guardiani della Luce e il Conte di Palermo” e porterà un sacco di novità nella vita di Gabriele e gli altri. A cominciare dall’arrivo di due nuovi Guardiani: il Guardiano del Tempo, Zeman, e il Guardiano del Suono, Qwl.
Entrambi sono già comparsi nel primo volume ma solo in forma di flashback, quindi sono nuovi fino ad un certo punto. Diciamo che non abbiamo mai mostrato il loro aspetto nelle illustrazioni.
Giopota ha realizzato Zeman e Qwl attenendosi strettamente alle mie descrizioni, quindi abbiamo un Guardiano del Tempo con la barba incolta e un Guardiano del Suono che farà la felicità della comunità bear.

Intanto ecco Zeman, che voi sapete essere Renzo (come ho raccontato qui). I suoi poteri sono legati al Tempo e grazie alla sua spada crea dei dischi di teletrasporto (e no, non è neanche un po’ un omaggio ad Illyana Rasputin alias Magik degli X-men). Da umano possiede sempre poteri di teletrasporto ma solo nello spazio e non nel tempo. Voglio molto bene a Renzo, che è affezionatissimo a Gabriele e che ha un rapporto d’amicizia strettissimo con Carlo.

schizzo zeman

L’orsone barbuto che vedete sotto è Qwl. Non vi svelerò per adesso il nome umano del personaggio, ma sappiate che lui e Gabriele instaureranno un rapporto stupendo.
Qwl è dotato di una spada-flauto con cui incanta i nemici. Il suo potere da umano è una voce a ultrasuoni.
Nel progetto dei Guardiani chiamato “NRG Keepers”, Qwl combatteva da solo e si aggiungeva agli altri Guardiani soltanto nel finale della prima stagione. NRG Keepers doveva essere un cartone animato e non un romanzo.

schizzo Qwl

Infine, vi lascio a Cagliostro, il nuovo fighissimo cattivone della stagione. Sono affezionatissimo a Cagliostro: è una canaglia maledetta e piena di sé. Non fa mai quello che gli dico e ha praticamente condotto lui tutte le scene in cui è presente. Rispetto al conte di Cagliostro che probabilmente conoscete il nostro è più giovane. Il perché del suo aspetto è spiegato nel primo capitolo del secondo libro: è colpa della Tavola di Smeraldo. Chi ha letto il volume 1 sa di cosa sto parlando, mentre per gli altri… Bè, vi rimando al volume 1. 🙂 Ecco come lo descrivo nel file passato a Giopota con le indicazioni sui personaggi.

“Giuseppe Balsamo detto il Conte di Cagliostro, si risveglia a causa della Tavola di Smeraldo. Dotato di grandi poteri alchemici, Balsamo mise in scacco l’Europa nel periodo della rivoluzione francese. Palermitano di nascita, molto affascinante, ha una tipica pettinatura alla francese del periodo rivoluzionario (capelli tirati indietro e legati in un codino), il Cagliostro che i ragazzi affrontano è più giovane rispetto alle raffigurazioni che si hanno di lui. Questo aspetto giovanile è dovuto agli effetti della Tavola di Smeraldo. Il Conte mira ad ascendere al ruolo di Arconte ed ottenere la vita eterna restando al fianco del Demiurgo.”

Devo ammettere che gli sono molto affezionato. Non so, nonostante sia spietato gli voglio bene, tanto che pur avendo chiaro in mente il finale di questo secondo romanzo, i miei piani per lui sono abbastanza a lungo termine. Vedremo. Non lo trovate bellissimo anche voi? schizzo Cagliostro Prometto di tornare con nuovi schizzi, personaggi e novità. In fin dei conti, non ho mai finito di raccontarvi la genesi dei Guardiani.

il Guardian tour prosegue a Bologna!

guardianicassero E dopo Palermo, la mia città di nascita, si passa a Bologna, la mia città di adozione.
Questa seconda tappa del tour, che ricordo mi porterà in giro per l’Italia da qui a giugno, si svolgerà al Cassero, luogo storico delle rivendicazioni LGBT e sede dell’Arcigay nazionale. La presentazione di quest volta è stata organizzata dal mio amico Lyas, uno tra i primi fan dei Guardiani.
La presentazione di Bologna sarà particolare perchè oltre alle mie ciance da disadattato ci sarà una performance di Giopota, l’abilissimo illustratore che ha realizzato tutti i disegni dei Guardiani che potete ammirare su questo blog e sul libro.
Quindi, vi aspettiamo dalle 18:00 alle 20:00 al Cassero in via Don Minzoni 18 a Bologna.
A seguire, aperitivo offerto dal CDOC (il centro di documentazione).

Grazie Palermo!

Torno da Palermo con un calore nel cuore inimmaginabile. Posso dire soltanto “Non me lo aspettavo.”. Giuro. Credevo che ci sarebbe stata gente, che sicuramente qualche mio amico curioso sarebbe passato a trovarmi, ma non potevo credere a quello che ho visto: molti dei miei amici, ex fidanzati, parenti schierati in prima fila, soltanto per sentirmi parlare di quello che tutto sommato è un libro per ragazzi e che i giornali palermitani non hanno calcolato più di tanto.
L’orgoglio è stato avere Maria Teresa Camarda, mia compagna di scuola delle elementari ed oggi fantastica giornalista, a presentare il tutto ed i miei amici Carlo, Giuseppe M e Giuseppe R a seguirmi. Insomma, è stata una bella presentazione e meritava due righe sul blog. Vi lascio a qualche foto (del mio amico Nicola) e prometto un ritorno celere… In fondo il Guardian tour continua a Bologna lunedì! Non ci credete? Il post di domani vi rivelerà tutto! 🙂

Continua a leggere Grazie Palermo!